IMPIANTI DI MESSA A TERRA

Il servizio

Il D.P.R. n. 462/2001 definisce le procedure per la denuncia di installazione e la verifica periodica della messa a terra degli impianti elettrici, dei dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche e di impianti elettrici collocati in luoghi di lavoro pericolosi.

La procedura prevede che:

• l’omologazione dell’impianto di terra e di protezione dai fulmini venga di fatto effettuata con la verifica dell’installatore che rilascia la dichiarazione di conformità. Vengono quindi abrogati i modelli A e B di denuncia degli impianti
• al datore di lavoro rimane solo l’obbligo, entro trenta giorni dalla messa in esercizio dell’impianto, di inviare la dichiarazione di conformità all’ISPESL, all’ASL o all’ARPA territorialmente competenti (tramite lo sportello unico comunale per le attività produttive, ove operante)
• nel caso di impianti installati in cantieri, in locali adibiti ad uso medico e negli ambienti a maggior rischio in caso di incendio, essendo stato abrogato anche il modello C, il datore di lavoro deve comunque comunicare entro trenta giorni la messa in esercizio dell’impianto all’ISPESL, all’ASL o all’ARPA territorialmente competenti. In questo caso la prima verifica sulla conformità deve essere effettuata dall’AUSL o dall’ARPA
• il datore di lavoro è tenuto ad effettuare regolare manutenzione degli impianti (per questa prima tipologia di controlli è possibile avvalersi di personale interno qualificato, professionisti, installatori o manutentori esterni)
• il datore di lavoro ha inoltre l’obbligo di richiedere le verifiche periodiche, con frequenza che dipende dalla tipologia dell’impianto, allo scopo di verificare il buon risultato della regolare manutenzione. Questo tipo di verifiche può avere periodicità biennale nel caso di impianti in cantieri, locali adibiti ad uso medico ed ambienti a rischio di incendio, periodicità quinquennale in tutti gli altri casi
• le verifiche possono essere eseguite da Organismi di Ispezione appositamente abilitati dal Ministero delle Attività Produttive, oltre che da ASL,/ARPA

Le nuove disposizioni legislative si applicano anche agli impianti già esistenti.

ANCCP Certification Agency S.r.l. è un organismo d’ispezione di tipo A, abilitato dal Ministero dello Sviluppo Economico con Decreto Ministeriale del 27/09/2002 ad effettuare le verifiche periodiche e straordinarie per le seguenti tipologie d’impianto:

1) Installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche

2) Impianti di messa terra d’impianti alimentati a 1000 V

3) Impianti di messa terra d’impianti alimentati con tensione oltre 1000 V
4) Impianti di luoghi con pericolo d’incendio od esplosione

A chi si rivolge

Il servizio è rivolto al datore di lavoro che ha dipendenti, o soggetti ad essi, equiparati dalla giurisprudenza del diritto sul lavoro, il quale è soggetto all’effettuazione di verifiche periodiche e straordinarie secondo il D.P.R. 462/2001.

preventivo
Share by: